Economia generale

Tassi di interesse, ormai ci siamo il rialzo è certo al 100%

Tassi di interesse USA ancora bassi, cosa significa per gli investitori

Secondo la Domino Solutions, la FED accelererà i rialzi dei tassi di interesse il prossimo anno con l’impegno del presidente eletto Donald Trump a tagliare le tasse. Il pacchetto di sgravi fiscali di Trump non è chiaro e il suo impatto sui conti pubblici potrebbe essere elevato, aumentando il debito di 7.200 miliardi di dollari in dieci anni. L’impatto sulla crescita potrebbe essere un’accelerazione dello 0,4-0,5% nel quarto trimestre del prossimo anno.

Questa settimana il Federal Open Market Committee degli Stati Uniti (FOMC), terrà la sua ultima riunione dell’anno. E questa volta sembra probabile che preveda di fare qualcosa che non ha ancora fatto nel 2016: alzare i tassi di interesse a breve termine. Il mercato sta attualmente valutando in una probabilità del 100% che la Federal Reserve (Fed) alzerà i tassi dall’attuale 0,50%.

La fiducia del mercato è guidata da recenti forti dati economici. I rialzi sui dati di lavoro sono stati in costante aumento e il tasso di disoccupazione è sceso al 4,6%, allo stesso tempo, l’indice dei prezzi al consumo (CPI) si è avvicinato sempre più al 2% dopo aver trascorso gran parte del 2015 vicino allo 0%. In più il prodotto interno lordo globale (PIL) è cresciuto di un robusto 3,2% nel terzo trimestre. Tutto questo sembra avere dato la fiducia alla per aumentare i tassi a breve termine, ed ha chiaramente “comunicato” questa intenzione al mercato.

PIL America ultimi 5 anni

Cosa significa questo per l’investitore ?

Questo potenziale aumento dei tassi di interesse a breve termine, probabilmente non avrà un grande impatto sulla maggior parte dei portafogli a reddito fisso. La mossa prevista è leggera e colpirà per lo più obbligazioni non hanno più sensibilità ai tassi di interesse, come le obbligazioni a scadenza più lunghi. Al di là del mercato obbligazionario, i tassi di interesse leggermente più elevati per alcuni prestiti al consumo, come le linee di credito domestiche e i tassi variabili sui mutui. In cambio possiamo vedere i tassi di interesse leggermente più elevati sui conti correnti e di risparmio. Tutto sommato, riteniamo che l’impatto per gli investitori non dovrebbe essere significativo.

I repubblicani, che da gennaio si insedieranno alla Casa Bianca lamentano da anni di come le politiche di stimolo monetario varate dalla Fed abbiano spinto al rialzo l’inflazione. I segnali di una ripresa dell’inflazione potrebbero dare così ai repubblicani una nuova occasione per mettere sotto accusa la Yellen e la banca centrale di aver varato una politica sbagliata in termini di controllo della moneta. Anche su questo Janet Yellen dovrà dare una risposta, anche se già durante la riunione di novembre i banchieri affermarono che l’inflazione è aumentata di poco dall’inizio di quest’anno, e le previsioni di inflazione si sono spostate ma rimarranno comunque al ribasso.

tassi di interesse americani ultimi 30 anni

Gli speculatori con orizzonti di investimento a breve termine dovrebbero essere consapevoli dell’impatto che l’aumento dei tassi di interesse potranno avere sui loro portafogli obbligazionari, ed essere pronti ad una maggiore volatilità. Ma gli investitori a lungo termine possono star seduti tranquilli con i popcorn in mano e seguire la vicenda.

L’aumento dei tassi di interesse causano una discesa dei prezzi delle obbligazioni, e questo trascinerà verso il basso quelle a breve termine. Nel lungo periodo, tuttavia, i tassi di interesse più elevati aumenteranno il loro valore. Anche se questo può sembrare controintuitivo, se sei un investitore in obbligazioni a lungo termine, si può effettivamente sfruttare l’aumento dei tassi di interesse. I pagamenti di interessi superiori possono compensare il declino dei prezzi causati dai tassi crescenti nel tempo.

Summary
Tassi di interesse, ormai ci siamo il rialzo è certo al 100%
Article Name
Tassi di interesse, ormai ci siamo il rialzo è certo al 100%
Description
Secondo la Domino Solutions, la FED accelererà i rialzi dei tassi il prossimo anno con l'impegno del presidente eletto Donald Trump a tagliare le tasse. Il pacchetto di sgravi fiscali di Trump non è chiaro e il suo impatto sui conti pubblici potrebbe essere elevato, aumentando il debito di 7.200 miliardi di dollari in dieci anni. L'impatto sulla crescita potrebbe essere un'accelerazione dello 0,4-0,5% nel quarto trimestre del prossimo anno.
Author
Publisher Name
MarketMover.it
Publisher Logo

Lascia un commento