Materie prime

Nichel, tecnicamente siamo impostati per un rialzo

La Cina vende meno acciaio, per il G20 è un rischio reale per il ferro

La maggior parte dei metalli di base sono scesi di questo mese, sotto pressione dovuta all’aumento del dollaro. Nel frattempo, i prezzi del nichel sono stati scambiati sulla parità. Questo può significare che, nonostante le pressioni verso il basso nel settore dei metalli questo mese, gli investitori evitano la vendita del nichel.

Il rame per esempio in controtendenza è sceso proprio a causa del dollaro fino a 4.815 $ per tonnellata. La valuta statunitense sale dopo che Hillary Clinton ha chiaramente vinto il primo dei tre dibattiti televisivi con Donald Trump. Se il dollaro si apprezza le materie prime denominate nel biglietto verde, come il rame, diventano meno appetibili per chi possiede altre divise.

Tornando al nichel, il movimento registrato in questo periodo di lateralità pare costruttiva, le probabilità che il nichel stia organizzando un raduno sono sempre più alte. Oltre a questo i fondamentali del metallo favoriscono un movimento al rialzo. Il prezzo del metallo dipende molto dalla domanda da parte della Cina, il suo maggiore consumatore. Circa due terzi delle forniture globali di nichel vengono utilizzate per produrre acciaio inossidabile.

Quando parliamo di fondamenti prima di tutto ci riferiamo ad un potenziale calo delle forniture, il che suggerirebbe un aumento del prezzo anche se la domanda dovesse abbassarsi. L’Indonesia ha recentemente annunciato che il Paese manterrà in atto il divieto sulle esportazioni di nickel e bauxite. Solo pochi giorni fa, gli investitori del nichel erano preoccupati che l’Indonesia stesse prendendo in considerazione l’abolizione del divieto. Ora che quei timori si sono indeboliti, gli investitori potrebbero essere più inclini spingere i prezzi verso l’alto.

Nichel, tecnicamente siamo impostati per un rialzo, fondamentali pronti per un rialzo

In secondo luogo ci sono le Filippine, dopo aver concluso la loro revisione ambientale delle miniere, il paese, il maggiore produttore mondiale del metallo, hanno raccomandato oggi la sospensione di altre 20 miniere. Gli operatori hanno sette giorni per fare ricorso. Sono ora 30 i siti filippini, inclusi 18 produttori di nichel, sospesi oppure che rischiano la sospensione.

Questo significa che i prezzi del nichel potrebbero essere spingersi verso l’alto. Almeno questo sembrano essere i segnali che arrivano dai movimenti di prezzo e dai fondamentali sulla produzione mondiale.

Alcuni ETF o azioni che si occupano di Nichel

ETFS Nickel ETC (EUR) (NICK) – ISIN : GB00B15KY211 Quotato a Milano.
ETFS Nickel (NICK) riproduce la performance del DJ-UBS Nickel Sub-IndexSM e paga il rendimento sull’interesse capitalizzato del sottostante su base giornaliera.

Western Areas Ltd(ASX:WSA) Quotato in America
E’ una società mineraria con sede in Australia. Le principali attività della società comprendono l’estrazione, la lavorazione e la vendita di soluro di nichel concentrato.

Summary
Nickel, tecnicamente siamo impostati per un rialzo
Article Name
Nickel, tecnicamente siamo impostati per un rialzo
Description
La maggior parte dei metalli di base sono scesi di questo mese, sotto pressione dovuta all'aumento del dollaro. Nel frattempo, i prezzi del nichel sono stati scambiati sulla parità. Questo può significare che, nonostante le pressioni verso il basso nel settore dei metalli questo mese, gli investitori evitano la vendita del nichel.
Author
Publisher Name
MarketMover.it
Publisher Logo

Lascia un commento